Per info scrivi a info@runnerpillar.com

Continua

HOME NEWS  RP/Story  RP/Training   RP/Kitchen PEOPLE CALENDARIO ENTRA Seguici


Passeggiata per Aubonne

Stasera non avevo voglia di svolgere il solito allenamento. Stamattina, in albergo, ho scoperto che il paese di Aubonne nel Canton Vaud è un villaggio pittoresco, con la sua storia e che merita di essere visitato. A tale proposito esiste un itinerario di circa 2 km che ci mostra tutti i punti più caratteristici del paesino.
Decido di prenderlo in francese: l?itinerario è descritto in maniera più dettagliata e ci sono anche le foto dei luoghi (quindi sono sicuro di non sbagliare).
Senza nemmeno togliermi i vestiti da lavoro, pronti via e vado alla partenza.
- Port du Chêne (trascrivo i nomi in lingua originale): ora non esiste più alcuna porta, ma negli archivi comunali si menziona l?esistenza della stessa (data di demolizione a me sconosciuta)
- Famille de Maestral: l?edificio ove abitava la famiglia de Maestral si trova sul Clos d?Aspre acquistato nel 1701 da Gabriel-Henry Maestral.
- Route Neuve: la via che collega il centro del villaggio con Lavigny, passando per un ponte costruito nel 1845.
- Hôtel de Ville: il municipio. È stato costruito nel 1838. Le ali adiacenti risalgono addirittura al 1801-1802, costruite al posto del macello.
- Les Artisans: la rue du Lignolat era la via degli artigiani, e lo rimase fino al 1960 (recente, dunque). Colpisce che in questa strada stava pure la caserma dei pompieri!
- Maison de Maître: molte case in rue de Lignolat conservano l?antico splendore, così come i loro giardini.
- Porte du Lignolat: ricostruzione (molto veritiera, quasi fosse la porta originale) del 1900 fatta effettuare da un provato.
- Fontaine Martin: probabilmente la fontana prende il nome da chi l?ha costruita (zampilla dell?ottima acqua fresca!).
- J.D.M. Boinod: questo signore era un libraio e rilegatore, che fu anche al servizio di Napoleone.
- La Traboule: delizioso passaggio sotterraneo che collega via Boinod alla ruelle du Solei-Levant.
- Rue Punaise: la ruelle du Soleil-Levant è chiamata anche così a causa dei cattivi odori che si levavano dall?Armary, canale di scolo a cielo aperto (ora interrato).
- Ancien Hôtel de Ville: il vecchio municipio. È stato utilizzato anche come mercato coperto, scuola, caseificio. Sarà venduto a privati nel 1841.
- J.B.Tavernier: a lui è intitolata la via del vecchio mercato. È stato Barone di Aubonne dal 28 aprile 1670.
- A. Duquesne: forse non è mai venuto qui a Aubonne, ma suo figlio Henry, il 2 gennaio 1685, ne diventa il Signore.
- Eglise St-Etienne: costruita nel 1306. Una volta era fiancheggiata da varie cappelle, oggi purtroppo scomparse.
- Porte de Vaunaise: solo una delle due porte originali ancora esistenti.
- La Cure d?En Haut: Casa parrocchiale con le imposte verdi, colore del Canton Vaud.
- La Barbacane: accesso principale al castello. Era un avamposto della fortezza.
- La Tour: la torre del castello. Essa è stata costruita nel diciottesimo secolo (forse per opera di Tavernier) ma già nel XI secolo ne esisteva una.
- La Cour Intérierure: le porte erano chiuse e non sono potuto entrare.
- le Vieux Moulin: il vecchio mulino, la cui ruota era fatta girare dalla corrente dell?Armary.
- Ruelle des Lavandières: le lavanderie c?erano eccome. Questa viuzza è stata costruita vicino al macello della città (si trova proprio dietro il municipio).
- Bourg de Four: a nord del centro abitato. Una volta stava fuori da Aubonne.
- La Porte de Bougny: l?altra porta originale del villaggio. Una volta stava un ponte levatoio per entrare in città.
- Rue des Fossés: proprio qui stavano dei fossati, che servivano a proteggere la città dalle invasioni.
- Ancien Hôpital: il primo ospedale cittadino, esistente già nel XVII secolo.
- Ancien cimetière: il primo cimitero, ora scomparso. Vi sono stato costruite sopra delle case e sono poche le lapidi rimanenti.
- Trévelin: dimora dei primi abitanti di Aubonne, divenuta Villa elegante ai tempi della Riforma e poi castello. Funzionava anche come mulino e opificio.

Termina qui la mia lunga passeggiata. Che bello scoprire posti nuovi! Alla prossima
Michele Brugnatti, 02 aprile 2019

Condividi

  

  SCRIVI UN POST...
Luca Taronna: l'anarchia delle gambe

Per la serie interviste di corsa... Garax: Ciao Luca sono le 18:30 ti stai allenando? LT: ma figurati sono ancora in ufficio G: allora stacca cinque...
Leggi runnerpillar.com, 14 dicembre 2019

Un Record sotto l'albero

L'antivigilia della maratona il letto è già fatto di spilli, come una bambola voodoo perseguitata da un crudele manipolatore, mi giro e mi rigiro...
Leggi gianmarco bardini, 07 dicembre 2019

Pioggia

Lo confesso, sto battendo la fiacca. Lavoro, impegni, stanchezza ma soprattutto la pioggia stanno inesorabilmente minando quello che in tutti questi...
Leggi nino, 27 novembre 2019

Turin Marathon, la mia Avventura mancata

L'uomo nasce per vivere nell'avventura. L'uomo primitivo aveva l'avventura, il pericolo, nella sua quotidianità. Ogni attimo era vissuto mettendo a...
Leggi runnerpillar.com, 24 novembre 2019

DISTRUGGERE IL PERSONAL BEST

Questo era il progetto, questo è il progetto. FOLLIA O REALTÀ? Questo è quello per cui ho lavorato per più di 5 mesi (vedi post "XXX me la faccio...
Leggi gianmarco bardini, 19 novembre 2019

  SCRIVI UN POST...