Per info scrivi a info@runnerpillar.com

Continua

HOME NEWS  RP/Story  RP/Training   RP/Kitchen PEOPLE CALENDARIO ENTRA Seguici


Come su quella spiaggia sarda

Ieri sera ho avuto una telefonata con mio fratello. Di quelle telefonate che diventano lunghe e nemmeno te ne accorgi, di quelle che fai solo con amici stretti. Di quelle che "quanto siamo entrambi stressati dal lavoro", di "Sei andato a trovare papà?", di un'amica che non c'è più, e di mio nipote e della sua mentalità da vincente già a 6 anni:
- Papà ma lui la notte dorme?
- Certo.
- Allora mi allenerò anche di notte e diventerò più forte di lui.
E chiudendo il telefono son riuscito a strappargli una promessa: a Milano si rimetterà a correre e andremo a correre assieme.
Come da bambini, su quella spiaggia sarda, l'unico periodo della mia vita in cui lui andava più forte di me.
Luca Utzeri, 22 settembre 2020

Condividi

  

  SCRIVI UN POST...
Imparare

Imparare a saper distinguere tra semplici scocciature e veri problemi. Imparare che tra una sessione di velocità (o un momento della nostra vita in...
Leggi Luca Utzeri, 20 ottobre 2020

Riflessioni casuali di un post allenamento muy faticoso

"Che cos'è l'amor?", mi chiedete (e perché a me poi?) ma non importa, poiché a questa banale domanda una risposta la trovo facilmente: è quando...
Leggi Fabio Tatti, 20 ottobre 2020

Il ritorno alle gare

Sono vittima di un blocco psicologico da annullamento gare, il mio trauma mi rende ogni giorno più lento e meno determinato. GLI ETTOGRAMMI...
Leggi gianmarco bardini, 20 settembre 2020

I quattro del Tour della Bessanese

Lo scorso inverno, prima del caso Covid-19, io, Pippo e Giammi, ci trovavamo a correre per il nostro Canavese, quando incontrammo un altro runner che...
Leggi Luca Utzeri, 05 agosto 2020

Allenamenti estivi: che cosa conta di più

Sull'integrazione per vincere la fatica, la stanchezza e la spossatezza dovuta al caldo estivo se ne sono dette tante, ma a questa potete crederci. I...
Leggi runnerpillar.com, 03 agosto 2020

  SCRIVI UN POST...