Per info scrivi a info@runnerpillar.com

Continua

HOME NEWS  RP/Story  RP/Training   RP/Kitchen PEOPLE CALENDARIO ENTRA Seguici


Il ritorno alle gare

Sono vittima di un blocco psicologico da annullamento gare, il mio trauma mi rende ogni giorno più lento e meno determinato. GLI ETTOGRAMMI ACCUMULATI SI TRASFORMANO IN KG, il Garmin mi abbandona non vuole essere testimone di tale disfatta, quelli che chiamavo "dolorini" diventano mali incurabili a cui aggrapparsi per giustificare lo scarso rendimento.
Com'è successo?!
Lo scorso anno, iscrittomi alla Tfast 42 maratona di Torino, dopo allenamenti duri come non mai sotto supervisione di un coach che di scuse non ne voleva sentire, fui "vittima" di quella che fu solo la prima di una lunga serie di gare annullate. In questo caso fu un'alluvione a far rimandare l'evento, seguì Genova dopo 2 settimane e poi per una strana coincidenza, riuscii a non buttare via tutte le mie fatiche correndo la maratona di Reggio Emilia e battendo il mio record personale.
Ecco che in preda all'esaltazione mi iscrivo alla Milano Marathon, ma con l'arrivo del covid-19, piovono giustamente gli annullamenti di tutte le maratone, Milano compresa.
Finisco sul divano a leccarmi le ferite incapace di virtuosismi atletico-domestici. Seguo le controverse leggi, allenandomi prima ostinamente in un anello di un km attorno alla mia abitazione, per poi trovarmi a cricetare nel raggio di 200m. da casa. Le speranze di mantenere il buon livello atletico raggiunto cominciano a scemare, la nausea sale sempre più tra infiniti aperitivi famigliari e cerchi concentrici mattutini.
Ecco che mi viene in aiuto Utze, runnerpillar come me, in astinenza di competizioni come me e t'inventa la sfida che ci avrebbe motivato per mantenere un livello di training decente, il tour della bessanese in giornata. Ma la maledizione delle gare annullate si scaglia senza pietà anche contro questa amichevole avventura, causa maltempo in quota, TDB annullato e si ripiega sulla ultrabadolamarathon , per carità esperienza positiva, ma che lascia comunque l'amaro in bocca dopo tanti mesi di preparazione.
Eccomi allora a distanza di poco meno di un anno, dal primo cataclisma podistico (so che ci sono mali peggiori!) a guardarmi intorno alla ricerca di una medaglia sui tanto "amati" 42 km, Firenze? Annullata, Torino? Probabilmente annullata, così mi riferiscono voci di corridoio, Valencia? Annullata. Probabilmente me ne devo fare una ragione, fino al 2021, non se ne parlerà, la tradizione che avevo cominciato 15 anni fa per combattere l'obesità: almeno una maratona ogni anno, quest'anno non troverà spazio e non sapete quanto mi rattristi. Le virtual race non fanno per me, amo il frastuono dei passi alla partenza, l'odore dell'olio di canfora misto a sudore della gara, il tifo, il condividere la sofferenza con i compagni di gara e la medaglia, mio Dio la medaglia, sono come Muttley scellerato cane di uno storico cartone animato dei miei tempi. Lo ricordate?
Soluzione? Soluzioni?
Iscriversi subito ad un'altra gara, seppur nel dubbio che essa stessa possa accadere, tornare a fare leva su un orgoglio ormai ridotto al lumicino, sapendo che solo con i chilometri, la fatica, il sudore e la determinazione, ci si merita una Medaglia!

gianmarco bardini, 20 settembre 2020

Condividi

  

  SCRIVI UN POST...
Maratone e mezze maratone 2021 e MY PERSONAL BEST CHALLENGE

In un anno così delicato bla, bla, bla... Riproviamo. In momento così difficile dove i problemi veri sono altri bla, bla, bla... NO, NON CI SIAMO....
Leggi runnerpillar.com, 18 gennaio 2021

Virtual races are real

Il panorama podistico sembrerebbe sotto letargo indotto, in realtà agli occhi dei più attenti non saranno sfuggiti una serie di eventi che si celano...
Leggi runnerpillar.com, 23 novembre 2020

Kilimangiaro Marathon

Stanchi di stare chiusi in casa? stanchi di conteggiare nuovi casi covid? cerchiamo una via di fuga con il nostro 42k world tour. In attesa che la...
Leggi runnerpillar.com, 20 novembre 2020

Chetoni Esogeni: l'ennesimo tormentone

E' il momento di dare una spiegazione per schiarire le idee su questo prodotto che spopola tra atleti e non. Sono esplosi negli ultimi tempi e,...
Leggi runnerpillar.com, 18 novembre 2020

Runner's high o la corsa come viaggio mistico

Secondo una ricerca psicologica, l'uomo contemporaneo preferirebbe una leggera scossa elettrica anziché rimanere 15 minuti da solo, con i suoi...
Leggi Luca Utzeri, 24 ottobre 2020

  SCRIVI UN POST...