Per info scrivi a info@runnerpillar.com

Continua

HOME NEWS  RP/Story  RP/Training   RP/Kitchen PEOPLE CALENDARIO ENTRA Seguici


#iocorrodasolo

Si, io corro da solo, evito di sputare in continuazione quando lo faccio, anche se è difficile cambiare le abitudini.
Si, io corro da solo, e in questi giorni rallento un po' per non stressare troppo il mio corpo, che deve rimanere forte e pronto a combattere.
Io corro da solo spesso, ma adesso è un'altra cosa, difficile da descrivere.
Corro da solo, ma non mi sento solo, so che ci sono tanti altri come me, che cercano nella maniera più responsabile possibile di ritagliarsi, quell'uscitina che gli permette di avere quell'ora di ossigeno dopo le 24 trascorse chiusi in casa a respirare, a masticare, a ruminare cazzate su cazzate scritte sui social, dalle più goliardiche alle più patetiche e non mi riferisco a chi, come runner, trova la forza di non uscire e diffondere la sua idea con energia. Sicuramente è più saggio di me, o forse nasconde dei segreti, tipo splendidi rulli su cui pedalare o peggio ancora un tapis roulant su cui macinare km su km. Vi confesso che se me lo consegnassero lo comprerei, ma tutti i tentativi su Amazon risultano vani. Lo so che farò la figura del cavallo pazzo, schiavo del running. Ho visto un cambiamento repentino in questi giorni tra i Runners sui social, un cambiamento che giustamente asseconda le regole dei vari decreti che mutano e si fanno sempre più restrittivi. Ammesso e non concesso, che al momento correre non è vietato, io credo che comunque sarebbe sbagliato vietarlo, semplicemente bisogna ridurre km e intensità e prendere più precauzioni possibili, io esco alle 5:30 del mattino e difficilmente incontro qualcuno, questo succedeva anche nei giorni nei quali neanche sapevamo cosa fosse il Covid-19, figuratevi adesso! Credo che lo stesso succederebbe se andassimo a correre alle 21. Cosa credete facciamo gli ultramaratoneti in questi giorni?! Comunque qualora capiti, capiti di incontrare qualcuno intendo, non gli passo ad 1 metro di distanza ma a 6! E di colpo le foto di chi corre ai tempi del Coronavirus, sono scomparse, della maratona virtuale che aveva raccolto 2000 iscritti all'improvviso non se ne parla più. Tutti più forti di me? Tutti più saggi? Eppure, eppure qualcuno si è dimenticato di oscurare le proprie uscite su Strava e Garmin e ce ne sono, io li vedo!
Per cui se proprio dobbiamo uscire, perché correre è la nostra droga, facciamolo con responsabilità:
#iocorrodasolo
#iocorroa5metridatutti
#iononsputoquandocorro
#iocorroquandoèbuio
Io corro da solo e mi scuso con chi mi guarda male e non capisce, ma queste uscite mi danno la forza di affrontare 15 ore accanto ad una bambina di 5 anni.
Gli esercizi per i glutei e per gli addominali non fanno per me, li sto facendo, maaa, anche mia figlia mi dice: "Papone, basta! Adesso facciamo il percorso? Corriamo?" . Sistemo le sedie e disegno il circuito domestico: la linea di partenza è la porta del salotto, poi brusca virata a sx. in camera di papà e mamma, giro attorno ai miei zoccoli, capriola sul lettone e via come saette verso il bagno, giro di boa attorno al suo sgabello e via verso l'uscita, curva secca a sx, occhio a non scivolare, cameretta della bimba con arrampicata su letto a soppalco e discesa imprudente senza scaletta, scatto in corridoio, qui si decide la gara, svolta a sx. in cucina, giro attorno allo sgabello sapientemente piazzato vicino ad uno spigolo mortale della penisola, ultimo allungo attorno al tavolo da pranzo e volata con tuffo sul divano!!!
"Papone è più bello correre che fare gli esercizi vero?!" - "Si, Amore mio".
gianmarco bardini, 10 marzo 2020

Condividi

  

  SCRIVI UN POST...
Imparare

Imparare a saper distinguere tra semplici scocciature e veri problemi. Imparare che tra una sessione di velocità (o un momento della nostra vita in...
Leggi Luca Utzeri, 20 ottobre 2020

Riflessioni casuali di un post allenamento muy faticoso

"Che cos'è l'amor?", mi chiedete (e perché a me poi?) ma non importa, poiché a questa banale domanda una risposta la trovo facilmente: è quando...
Leggi Fabio Tatti, 20 ottobre 2020

Il ritorno alle gare

Sono vittima di un blocco psicologico da annullamento gare, il mio trauma mi rende ogni giorno più lento e meno determinato. GLI ETTOGRAMMI...
Leggi gianmarco bardini, 20 settembre 2020

I quattro del Tour della Bessanese

Lo scorso inverno, prima del caso Covid-19, io, Pippo e Giammi, ci trovavamo a correre per il nostro Canavese, quando incontrammo un altro runner che...
Leggi Luca Utzeri, 05 agosto 2020

Allenamenti estivi: che cosa conta di più

Sull'integrazione per vincere la fatica, la stanchezza e la spossatezza dovuta al caldo estivo se ne sono dette tante, ma a questa potete crederci. I...
Leggi runnerpillar.com, 03 agosto 2020

  SCRIVI UN POST...