Per info scrivi a info@runnerpillar.com

Continua

HOME NEWS  RP/Story  RP/Training   RP/Kitchen PEOPLE CALENDARIO ENTRA Seguici


Il Running Brunch visto da me

Sono sulla mia bici che percorro il Lungo Po, in una bella giornata di sole. Sto rifacendo il percorso del Running Brunch, che si è svolto sabato scorso, per togliere i cartelli che segnalavano il tragitto e i km. Ripenso a quando, qualche giorno fa, li abbiamo messi quei cartelli. Tre uomini sulle loro biciclette che se la ridevano e scherzavano come dei bambini, forse per merito delle birre nello zaino di Gian.
Dopo mesi di preparativi e un po' di agitazione, finalmente il grande giorno era arrivato e per me l'emozione era sicuramente più forte rispetto a quella che provavano Gian e Luca. Era il mio primo Running Brunch da quando faccio parte ufficialmente del Runnerpillar Team. Un Team che mi ha dato più responsabilità che privilegi. Gian ha costretto pure me ed Ela ha fare da pace maker. E nonostante qualche imperfezione, qualche cazziatone di Gian che capita sempre in questi casi, è stata un'esperienza bellissima. Vedere una trentina di persone sorridenti, correre assieme, ringraziarti, fare conoscenza e alla fine mangiare tutti insieme nella bella cornice di Piazza Vittorio, in una Torino che metteva il buonumore, mi ha emozionato ancora di più. Nel mio piccolo qualche gara l'ho fatta e posso dire con certezza che non mi è mai capitato di trovare una situazione così rilassata e amichevole, eravamo tutti lì solo per divertirci. Con alcuni ci siamo conosciuti per la prima volta, con altri ci si era già visti al precedente evento (come il sempre numeroso team di Torino Corre che ha organizzato con noi), alcuni (come Andrea) visti per la prima volta di persona ma già conosciuti sul nostro gruppone Facebook "Runnerpillar", altri erano quelli di cui abbiamo letto le emozionanti RP Story su Runnerpillar.com. E Gian e Luca li ho visti di nuovo sorridenti come due bambini.
Grazie, quindi, al Bar Flora, che ha curato il Brunch, e grazie ai tre angeli custodi in bicicletta, che assistevano i runners, e grazie alla nonna Rosy coi nipotini, che si occupavano delle prenotazioni, direi che è stato un successo.
Mentre mi accingo a togliere l'ultimo cartello mi ferma un ragazzo che sta correndo:
"Scusa, quando c'è stata quella corsa? Non c'è la data e mi sarebbe piaciuto partecipare"
"Ciao, abbiamo corso sabato mattina. Vieni su Runnerpillar.com, ne organizzeremo un'altra più avanti."
"Ci conto! Ciao!"
"Buona corsa!"
A tutti.

Luca Utzeri, 29 maggio 2017

Condividi

  

  SCRIVI UN POST...
Correre significa trascendere

Ho sempre faticato a comprendere coloro che, per allargare gli orizzonti dell'animo, si sobbarcano viaggi in luoghi esotici o ritiri spirituali, che...
Leggi Luca Utzeri, 12 settembre 2021

ULTRATRAILER in casa RP

Essere intervistati dalla propria redazione suona strano ma stiamo a vedere cosa succede. RP : cerchiamo di capire questo mondo di "endurance" :...
Leggi runnerpillar.com, 28 agosto 2021

LUT - LA PAURA DI TORNARE

La risoluzione di un fastidioso infortunio si è affacciata sul periodo pandemico e sul lockdown ; un paio di anni senza gare ; costanti allenamenti...
Leggi runnerpillar.com, 10 luglio 2021

CASA BART : this is the place!

Mi piace immaginare Augusta e Luca che arrivano a Villar San Costanzo e come Brigham Young il pioniere mormone che il 24 luglio 1847 vide per la prima...
Leggi runnerpillar.com, 01 giugno 2021

Il pasto pre allenamento ideale

Vi sarete chiesti sicuramente tante volte che cosa potrebbe essere ideale mangiare prima di un allenamento e magari anche con quali tempistiche ( il...
Leggi runnerpillar.com, 19 maggio 2021

  SCRIVI UN POST...