Per info scrivi a info@runnerpillar.com

Continua

HOME NEWS  RP/Story  RP/Training   RP/Kitchen PEOPLE CALENDARIO ENTRA Seguici


Costruire un Personal Best

Per una volta vi chiediamo di lasciare i concetti e i valori tanto cari alla nostra redazione (il cronometro, le classifiche e le distanze non contano) e immaginarvi più forti e veloci, pronti a realizzare il vostro PERSONAL BEST.

Sì lo sappiamo avete di fronte un anno difficile, il lavoro richiede più tempo e la famiglia reclama il suo giusto spazio. Ma se questo titolo vi ha incuriosito ci sarà un perché (cit). A sparare nel vuoto non si colpisce nulla, scrive su un post di Facebook uno degli atleti di punta del Runnerpillar Team (info e contatti tesseramenti) e solo a guardare i suoi obiettivi per il 2022 rabbrividiamo! Eppure anche lui come noi lavora, eppure conoscendolo perseguirà molti di questi impossible goals!

PER CUI OCCORRONO SUBITO:
_ 1 PIANIFICAZIONE
_ 1 STRATEGIA
_ 1 O PIÙ OBIETTIVI

PIANIFICAZIONE
Nella pianificazione non ci si può esimere da una tabella, un programma di allenamenti fatti ad-hoc da un coach, oppure non è difficile trovarne una online che faccia per noi. Noi di RP ne abbiamo una serie per chi in tutta sicurezza si vuole avvicinare al running, per la sua prima 10k, 21k, o Maratona (corri e cammina con Runnerpillar).
Seguire una tabella ci permetterà di pianificare i giorni di allenamento settimanale, incastrandoli in orari consoni ai nostri impegni. CI VUOLE UN BRICIOLO DI OBIETTIVITÀ IN TUTTO QUESTO, non possiamo per esempio pensare di preparare una maratona sotto le h. 3,30 in 3 allenamenti settimanali, invece ci si potrà cimentare nella propria prima 10k nello stesso numero di giorni.

STRATEGIA
E' fondamentale! Dove trovare la determinazione? Se non si osa, non si va da nessuna parte, basta darsi i giusti tempi a seconda degli obiettivi e crearsi degli obiettivi intermedi, in realtà già questi saranno dei grandi successi, pensare e sognare in grande vi avrà aiutato a raggiungerli e quasi vi sembreranno delle passeggiate in vista della vostra grande impresa. Se cercate il vostro personal best, allenatevi per togliere minuti non secondi, il risparmiarsi non porta lontano, solo lavorando duro andrete a segno.
SENZA LA COSTANZA, non si va da nessuna parte, alcuni trucchi vi saranno utili, tipo impegnarvi con l'iscrizione fin da subito e per consolidare le proprie intenzioni dirlo a quante più persone saranno disposte ad ascoltarvi, l'orgoglio e la paura del pubblico ludibrio, sono ottimi motori motivazionali!
Poi credete chi scrive, quando vi vedranno sulla linea di partenza, comunque vada, saranno tutti pronti a fare il tifo e lodarvi, ritenendovi già vincitori. Già è proprio così a questo punto sarete già dei vincitori, avrete vinto la noia, i kg di troppo, l'apatia e il cattivo umore, l'assenza di traguardi al di fuori della vostra routine.
Condividere tutti i giorni le vostre fatiche con altri stakanovisti del running vi aiuterà a non mollare, per questo nasce il nostro gruppo su Strava.
L'alimentazione è un altro importante aspetto da non sottovalutare, sia per chi vuole perdere qualche kg sia per chi vuole essere al top il giorno della gara. Una dieta sana ed equilibrata vi aiuteranno molto ed è ancor meglio se vi rivolgerete ad un nutrizionista, se fosse uno sportivo praticante si tratterebbe della scelta perfetta, come Emanuele Triberti il nutrizionista di riferimento per il nostro team, giovane, sportivo e in grado di comprendere le esigenze e la voglia di "far festa" dei giovani e dei meno giovani.

OBIETTIVI
Una visita medica sportiva è il punto di partenza, sembra scontato, ma è sempre meglio ripeterlo. Detto questo, se non si osa, non si va da nessuna parte, per cui non bisogna aver paura di mettere tra i propri obiettivi una maratona, o un'ultramaratona, o l'idea di sforbiciare minuti dal vostro tempo sulla mezza e sulla maratona, saranno poi gli ultimi test pre-gara a rivelarvi il vostro stato di forma e a questo punto, potrete adattare gli obiettivi. Partire al risparmio nella preparazione non vi porterà molto lontano, in compenso adattare l'andatura in base alla vostra condizione del momento vi potrà portare al successo. Molte volte sono proprio gli obiettivi "impossibili" a darci la giusta motivazione, per cui osare, osare, osare!

UN PERSONAL BEST, VI CAMBIERÀ PROFONDAMENTE, qualunque esso sia. Spostare più in là i vostri limiti, vi renderà più consapevoli, molte volte siamo noi stessi i nostri limiti.

runnerpillar.com, 02 gennaio 2022

Condividi

  

  SCRIVI UN POST...
TRAIL SCHOOL BARDONECCHIA

Runnerpillar sara' presente come formatore domenica 22 maggio a Bardonecchia per un primo appuntamento di avvicinamento e/o perfezionamento al trail...
Leggi runnerpillar.com, 26 aprile 2022

Soffri e Sogni, pensieri dopo la prova del Vulei

Ogni tanto mi torna in mente che all'inizio dell'università cercavo di spiegare ad una mia amica quanto mi piacesse studiare. Ma lei mi diceva che è...
Leggi Elisa Peroglio, 28 marzo 2022

Fuori dalla comfort zone

Fino allo scorso anno avevo corso sì e no 4-5km continuativi. L'idea di riprendere, per fare qualcosa un po' più di cardio, così come l'idea di...
Leggi Fadi Jabbour, 27 marzo 2022

La mia prima campestre

Cross Memorial Mandes. Mandes era un amico di mio padre, suo compagno di squadra e di chemioterapia. È la mia prima campestre e mi sono iscritto solo...
Leggi Luca Utzeri, 14 marzo 2022

Che Maratoneta sei?

Mancano 67 giorni al fatidico momento, lo start della 126th Boston Marathon, si studia il tanto temuto percorso, 3 km di discesa spacca quadricipiti...
Leggi gianmarco bardini, 13 febbraio 2022

  SCRIVI UN POST...