Per info scrivi a info@runnerpillar.com

Continua

HOME NEWS  RP/Story  RP/Training   RP/Kitchen PEOPLE CALENDARIO ENTRA Seguici


COME PRESERVARE TENDINI E LEGAMENTI

La salute di tendini e legamenti è una questione molto complessa e delicata nel mondo della palestra e del fintess, ma anche dello sport in generale.
Quali potrebbero essere le problematiche?

1.Grossi carichi di lavoro sottopongono le articolazioni ad un forte stress.
Questo è ancor più vero laddove le forze di taglio siano sfavorevoli in tal senso. In questo caso, dove lo sport lo permetta, mi sento di consigliare una scelta attenta degli esercizi.
Sia chiaro che i macchinari, per via del vincolo che vanno a creare in termini biomeccanici, possono rivelarsi più dannosi e pericolosi.
Per esempio, l'artiolazione del ginocchio viene stressata molto di più con l?esecuzione di una Leg Extension piuttosto che dello Squat libero.

2. La velocità di adattamento di tendini e legamenti non è proporzionata a quella del tessuto muscolare.
In altre parole, mentre lo sviluppo muscolare permetterà di gestire carichi via via maggiori, la struttura articolare non sempre riesce a "stare al passo", il che comporterà, sul lungo periodo, uno stress squilibrato che potrebbe esser mal gestito.
A fronte di questa situazione possono porsi diversi rimedi. In primis il lavoro in palestra (e sul campo) deve esser ben strutturato e pensato. Così conviene sempre andare a scegliere dei lavori biomeccanicamente vantaggiosi e leggeri a livello articolare. Evitare esercizi come tirate al mento, pull-over con carico eccessivo etc..
Utilizzare supporti specifici quali polsini, ginocchiere, wraps etc.. Questi supporti permettono di mantenere e salvaguardare la salute articolare quando si è di fronte ad intensità e volumi di lavoro molto alti.

3.Approccio alimentare tramite l'intervento di un supporto integrativo specifico.
Questo aspetto non è da sottovalutare in quanto vi sono diversi integratori che possono davvero aiutare sia nel recupero che anche nella prevenzione di traumi tendinei-legamentosi.

Vediamo quali sono i migliori:

OMEGA3
Gli Omega 3 sono ormai famosi per via dei loro innumerevoli effetti benefici. Tra di essi non possono non menzionarsi quelli antinfiammatori.
Per quanto riguarda le modalità d'assunzione ne consiglio dai 2 ai 6gr al giorno divisi in più assunzioni durante i pasti principali.

MSM
Con l'acronimo MSM si va ad indicare il metilsulfonilmetano, un composto organico che contiene zolfo (organosolfuro). E' nientemeno che la forma ossidata del dimetilsulfossido (DMSO) il quale, come il MSM, viene utilizzato per i suoi effetti putativi nel trattamento conservativo dell'artrosi. Non a caso, quando ingerito, il DMSO viene convertito in MSM.
Questo supplemento può effettivamente dare un concreto aiuto in questi termini, in particolare è stata riscontrata una sua efficacia sulla sintomatologia dell?osteoartrite.
Il dosaggio dell'MSM è di 3000mg al giorno assunti in 1-2 assunzioni.

GLUCOSAMMINA
La Glucosammina è un monosaccaride che risulta naturalmente presente nell'organismo umano. Esso rappresenta un elemento di molecole biologicamente preziose come, per esempio, le glicoproteine, i glicosamminoglicani, l'acido ialuronico, l?eparan-solfato.
La Glucosammina risulta un supplemento molto utile nel ridurre i sintomi di dolore conseguenti a stati di osteoartrite. Diversi studi sono stati condotti in proposito.
Come assunzione ne consiglio 900-1550mg divisi in 2-3 assunzioni nei pasti principali.

Per concludere, con un approccio integrativo così impostato la salute tendinea viene tendenzialmente salvaguardata. Bisogna ovviamente associare al tutto un piano alimentare ben programmato e strutturato. Oltre a questo, come detto prima, è essenziale un po? di buon senso nell'allenamento.
Non serve strafare, bisogna lavorare il giusto e soprattutto utilizzare la testa...
Spesso togliere è meglio che aggiungere e, sul lungo periodo, questo può fare la differenza in termini di carriera e prospettive agonistiche!

VISITA LA MIA PAGINA FACEBOOK
https://www.facebook.com/NutrizioneVimodrone/
Massimiliano Calcagno, 13 gennaio 2017

Condividi

  

Viva gli omega 3!
gianmarco bardini, 12 febbraio 2017

  SCRIVI UN POST...
Correre in compagnia... dell'infortunio

Chi pratica la corsa è abituato, quasi affezionato, ai dolorini sparsi ovunque. Ormai non si fa più caso, come arrivano se ne vanno, quasi sempre...
Leggi runnerpillar.com, 24 marzo 2019

Confessioni indecenti di Runnerpillars

Aiutaci anche tu a tracciare l'identikit del Runnerpillar medio, fino a che punto si può spingere un malato di running? Rispondi anche tu al nostro...
Leggi runnerpillar.com, 14 marzo 2019

Auguri a tutte le donne che corrono!

Elogio alle mie amiche runners ne ho diverse, di età compresa dai 20 agli over 50, mamme, professioniste, lavoratrici dipendenti, mogli , e da non...
Leggi runnerpillar.com, 08 marzo 2019

RP ULTRA XP: È legittimo sognare, ma morire?

Io non so, perché, ma l'impossibile mi attrae e mi motiva. L'impossibile per me s'intende. Sarà per nutrire il mio famelico ego... Sarà perché...
Leggi gianmarco bardini, 02 marzo 2019

LA GARA

Post di SERGIO BENZIO Personal Trainer anche per le atlete ed atleti della Podistica Torino che vogliono avvalersi della sua consulenza; laureato in...
Leggi runnerpillar.com, 15 febbraio 2019

  SCRIVI UN POST...